Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

Corridoi umanitari

114 profughi dall’Etiopia ospitati in Italia per 1 anno. L’obiettivo è l’integrazione

Due mamme con i due figli accolte in Diocesi

Martedì 27 febbraio è atterrato a Roma Fiumicino l’aereo con 114 profughi provenienti dai campi dell’Etiopia.
Famiglie di profughi del secondo contingente del Corridoio Umanitario promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana insieme a Caritas Italiana e alla Comunità di Sant’Egidio.

Di fronte alla drammatica situazione che spinge migliaia di persone a cercare “salvezza” attraversando prima il deserto e poi il Mar Mediterraneo in condizioni di grave rischio per sé e le proprie famiglie, la Chiesa italiana ha fortemente voluto i “Corridoi”.

Un segnale alternativo per dare inizio ad una stagione nuova di soluzioni concrete: passare dal recuperare vite umane nei mari all’accoglienza diretta in famiglie e comunità locali.

Anche la Diocesi di Tortona, grazie alla determinata volontà del Vescovo Mons. Vittorio Viola e dell’ufficio pastorale di Caritas Diocesana, ha accolto nella serata di martedì presso l’antica parrocchia di Mondondone, in Oltrepò, due mamme, Sara e Nebiat con i lori bimbi, rispettivamente Adonay di 5 anni e Kisanet, una bimba di meno di 2 anni.

Sono donne e minori, raccontano gli operatori e mediatori Caritas, che hanno ascoltato direttamente le loro storie di vita, che hanno “sperimentato” in Eritrea (loro paese d’origine), molte disavventure.

L’obiettivo del progetto di accoglienza, che durerà 365 giorni, è quello di favorire l’integrazione delle due famiglie nel territorio locale e nella comunità, attraverso l’orientamento e l’accompagnamento nell’inserimento sociale, abitativo e lavorativo.

Ad assistere e accompagnare le due famiglie, oltre agli operatori di Caritas Tortona e ad un buon e generoso gruppo di parrocchiani primariamente di Mondondone e delle comunità di Codevilla-Retorbido-Murisasco, è una famiglia tutor italiana che si occuperà di accompagnare il percorso di integrazione sociale e lavorativa delle ospiti sul territorio locale garantendo servizi, corsi di lingua italiana.

Una famiglia che desidera condividere con loro il tetto, i pasti, la scuola dell’infanzia… insomma: la vita quotidiana.

Moreno Baggini

Data: 28/02/2018



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona