Mercoledì, 19 Giugno 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

Il Sovrano Militare Ordine di Malta ha onorato il Patrono San Giovanni Battista

Il nostro Vescovo ha celebrato a Venezia

1/cavalieri 1.jpg

VENEZIA - Sabato 22 giugno è stata celebrata la nascita di San Giovanni Battista. La delegazione di Genova del Sovrano Militare Ordine di Malta trova ospitalità dai frati di San Francesco della Vigna a Venezia.
L’austerità del monumentale convento è temperata da un bellissimo giardino, un orto ben curato e una vigna lussureggiante.
La chiesa è un monumento dell’arte veneziana alla quale hanno collaborato i più celebri architetti e artisti della Serenissima, tra i quali Andrea Palladio, Alessandro Vittoria e lo scultore Pietro Lombardo, autore della Cappella Badoer.

Questa famiglia dogale, imparentata con Marco Polo, alla caduta della Repubblica di Venezia, riparò a Genova. Il Gran Priorato sorge accanto alla Scuola di San Giorgio degli Schiavoni.
Novecento anni fa l’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme eresse qui un ospedale, con l’orto dei semplici, per curare i pellegrini della Terra Santa.
Oggi rimane il palazzo, con il chiostro centrale, la chiesa di San Giovanni del Tempio o dei Furlani e il grande giardino.

Il Vescovo di Tortona, Monsignor Vittorio Viola è accolto dai Dignitari dell’Ordine e da tutti i presenti con il consueto solenne cerimoniale, ma soprattutto, con affetto.

La liturgia della natività di San Giovanni Battista è celebrata dal Vescovo, con mistica solennità.

L’omelia, espressione di grande fede, cultura e devozione, commuove tutti i presenti.

Nel pomeriggio, le melodie del concerto d’organo di Letizia Romiti, esaltate dalla straordinaria acustica della chiesa del Gran Priorato, contribuiscono a far apprezzare la bellezza delle opere d’arte ivi custodite.
Non soltanto la pala di Giovanni Bellini e il prezioso Altare, di Cristoforo del Legname, con le statue di Bartolomeo Bergamasco, proveniente dalla distrutta Chiesa di San Geminiamo, ma anche i dipinti, monocromi, contemporanei, ispirati ai drammi dei migranti.
Verso sera si lascia Venezia con un po’ di nostalgia e un sentimento di profonda gratitudine nei confronti del il Vescovo, per questo giorno di intensa spiritualità melitense.

Data: 10/07/2019



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona