Venerdì, 23 Febbraio 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

SETTIMANA SANTA: i suggerimenti del Vescovo

SETTIMANA SANTA: i suggerimenti del Vescovo

Suggerimenti

a. Oltre alla possibilità di seguire le celebrazioni video-trasmesse, invito tutti a pregare personalmente e in famiglia, celebrando la Liturgia delle Ore, meditando le letture bibliche dei giorni della Settimana Santa, recitando i misteri dolorosi del Rosario.

b. Per il Giovedì Santo: suggerisco la lettura del brano della lavanda dei piedi (Gv 13,1-15) e del racconto dell’Istituzione dell’Eucaristia (Mt 26,26-29; Mc 14,22-25; Lc 22,14-20). A queste letture può seguire la preghiera per la comunione spirituale.

c. Per il Venerdì Santo: ricordo a tutti il digiuno e l’astinenza come segno di penitenza che mira alla “liberazione” dell’uomo, che spesso si trova, a motivo della concupiscenza, quasi incatenato dalla parte sensitiva del proprio essere ma anche come partecipazione alla Passione del Signore (cfr. Paolo VI, Costituzione Apostolica Paenitemini, 17 febbraio 1966, II); invito a chiedersi perdono a vicenda; suggerisco la lettura della Passione dal Vangelo secondo Giovanni e di trattenersi in preghiera davanti al Crocifisso, chiedendo perdono per i peccati, unendo la propria sofferenza e quella di tutti gli uomini alla Passione di Gesù.

d. Per il Sabato Santo suggerisco ancora il digiuno e l’astinenza (facoltativi); propongo la preghiera del Rosario pensando a Maria che attende la Risurrezione del suo Figlio; invito a pregare, nella speranza della risurrezione, per i defunti a causa dell’epidemia e per la consolazione di quanti hanno perso persone care.

e. Per la Domenica di Pasqua suggerisco, al mattino, la recita del Credo nel ricordo del battesimo, nostra prima Pasqua, e il canto dell’alleluia; invito tutti a partecipare alla preghiera del Regina coeli con il Santo Padre, ricevendo la Benedizione «Urbi et Orbi»; prima del pranzo, invito ogni famiglia a pregare e a benedire la mensa pasquale con la recita del Padre nostro, che esprime la gioia e la fiducia di essere figli di Dio a motivo di Gesù morto e risorto; nel pomeriggio, sarà bello leggere insieme quanto avvenne la sera di Pasqua ai due discepoli di Emmaus (Lc 24,13-35), che ritrovarono la gioia e la speranza nell’incontro con Gesù risorto. Anche noi abbiamo bisogno di dire a Gesù: «Resta con noi, Signore, perché si fa sera».

Data: 09/04/2020



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona