Lunedì, 17 Giugno 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

Il vescovo a sacerdoti e diaconi collegati online

Avvento, tempo di attesa del ritorno

TORTONA - Si è svolto nella mattinata di giovedì 10 dicembre, in diretta streaming, il ritiro di Avvento per i presbiteri e i diaconi della diocesi.

Il vescovo Mons. Vittorio Viola dalla cappella dell’episcopio, ha presentato nella sua meditazione la spiritualità dell’anno liturgico, soffermandosi in particolare sul tempo di Avvento. Nella prima parte della riflessione ha illustrato come il fare memoria della salvezza, nel corso dell’anno liturgico, renda presente Gesù, affinché la Chiesa, possa entrare in contatto con lui e vivere il mistero.
L’anno liturgico è proprio il Figlio di Dio, la sua persona, e non può essere ridotto alla forza morale di un esempio, ma è entrare in comunione vera e reale, per lasciarsi trasformare dalla grazia. Mons. Viola ha letto l’annuncio del giorno dell’Epifania nel quale si annuncia la data della Pasqua.
È importante vivere la grazia dell’anno liturgico, che ci mette in contatto con la celebrazione pasquale, che è un fatto non indifferente per la nostra vita, in questo tempo così particolare che si è riempito di Cristo. Non è un ritorno circolare degli eventi ma è un riconoscere una direzione che è Cristo, mentre la Chiesa nel tempo continuamente vive di lui, come una spirale protesa verso l’altro, verso il Signore che viene.

La storia della salvezza, dunque, non è un insieme di fatti passati e accaduti; noi siamo l’oggi della salvezza e non si tratta di rappresentare un fatto passato ma starci dentro. L’anno liturgico è «il nostro cammino di credenti verso Cristo, vivendo dei suoi misteri ed è il dono infinito che abbiamo».

Il vescovo è poi passato a descrivere le caratteristiche dell’Avvento che è preparazione alla solennità del Natale e contemporaneamente è il tempo, attraverso il ricordo della prima venuta, in cui siamo guidati all’attesa della sua seconda venuta alla fine del mondo quando lui tornerà.
Il tema dell’attesa, che deve avere delle conseguenze sulla vita personale, è ben presente nella liturgia del periodo. Bisogna vigilare per non dimenticarne la forza.

Il presule ha poi illustrato l’eucologia dell’Avvento, presente nella terza edizione del Messale, in uso dal 29 novembre.
Si è soffermato in modo particolare sui prefazi, spiegando che il tempo del suo ritorno è nascosto perché sia per noi stimolo per vivere alla sua presenza: ogni momento potrebbe essere quello del suo ritorno.

Ogni istante deve essere vissuto con questa tensione che non è una minaccia, perché quando tornerà ci trovi pronti a vivere alla sua presenza.
Riuscire a fare questo cambierebbe la qualità della vita di ognuno.

Claudio Baldi

Data: 19/12/2020



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona