Diocesi di Tortona
Home
cerca:
Domenica, 19 Settembre 2021
Il Vescovo

Navigazione

 


Ultime Notizie


La DiocesiLa CuriaOrganismi PastoraliVicariati e Parrocchie

Lettera pastorale 2020

Materiale e sussidi covid

Preghiera Vocazioni

Notizie - SAN MARZIANO - Il cardinale Dionigi Tettamanzi a Tortona

“La crisi della fede?

Per combatterla la Chiesa

non parli di sé, ma parli di Cristo”

TORTONA - Ritorna sempre gradito il 6 marzo. 

È la festa di San Marziano. La festa delle origini della nostra Chiesa che riconosce nell’illustre civis romanus Marcianus (Marziano cittadino romano venuto da Roma a Derthona) il primo annunciatore della fede.
Marziano è la sorgente dalla quale siamo nati alla fede e, in questo fiume di grazia che ha attraversato i secoli, oggi siamo noi i protagonisti.
Non siamo soli, siamo guidati e sostenuti da chi per noi oggi è segno dell’apostolicità della Chiesa: il Vescovo mons. Martino Canessa.

Un triduo di preparazione in cattedrale predicato dai canonici e iniziative incrociate di cultura e di arte, portate avanti in collaborazione con la comunità cittadina, hanno fatto da riuscita cornice alla celebrazione. Il cuore della festa è stato però martedì 6 marzo.
Tortona si veste di gioia: si accoglie il cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo emerito di Milano. Prega con noi e per noi. Insegna e illumina. Alle 10 la prima liturgia solenne in cattedrale: mons. Tettamanzi, con il Vescovo, i canonici e i chierici, fa il suo ingresso per il canto delle Lodi.
In chiesa i sacerdoti della Diocesi chiamati a convegno. Si alternano i salmi di benedizione e di gloria, quindi il celebrante prende la parola per richiamare alcune idee fondamentali.
Cita la Scrittura: “Fratelli amati dal Signore… state saldi nella fede”. “Solo Dio - continua il Cardinale - colma il cuore dell’uomo e noi sacerdoti siamo per la nostra gente i primi testimoni di questo amore”. Il canto del Te Deum vede formarsi la processione all’urna del Santo.
È la nostra salita al cuore della Diocesi per ringraziare e per benedire.

Terminata la celebrazione, in Seminario la conferenza. Mons. Tettamanzi presenta l’anno della fede così come contenuto nel Motu Proprio Porta Fidei del Santo Padre Benedetto XVI.
Un linguaggio immediato e semplice per una comunicazione efficace: “La porta della fede è sempre aperta perché la vera porta è il Signore Gesù: aperta ai vicini e ai lontani.
Egli chiama le pecore per nome”. Immediate le ricadute positive per il ministero sacerdotale: nel sacerdote entra tutta quanta la comunità; il presbitero ha il compito di guidare il cammino verso una meta ben precisa e testimoniare la bellezza del credere.
Colpisce di Tettamanzi la serenità e la gioia con cui guarda la Chiesa e il mondo, dà consigli efficaci e solidi perché attinti alla fonte stessa del Vangelo.
C’è il tempo però anche per qualche domanda impegnativa: “Come reagire alla crisi di fede attuale? Per prima cosa è fondamentale avere la consapevolezza di essere dentro la sfida e quindi combattere con umiltà e serenità”.

Indica tre piste.
La prima: riscoprire e comprendere la preziosa eredità del Concilio Vaticano II.
La seconda: mantenere viva questa inseparabile triade ovvero parola, sacramento e vita garantendo credibilità ed efficacia al messaggio che custodiamo.
La terza: la Chiesa resti “evangelica”. “Non parli di se stessa, ma parli di Cristo recuperando il dono della profezia e il coraggio della verità”.

Il pranzo, offerto in Seminario, chiude poi fraternamente la mattinata.
Nel pomeriggio, alle ore 18, la città intera si stringe ancora una volta in cattedrale per il solenne pontificale presieduto dallo stesso Tettamanzi e concelebrato da Mons. Canessa con i canonici e una rappresentanza dei sacerdoti della Diocesi; all’organo il maestro don Luigi Bernini con la corale.
Le autorità civili e militari in prima fila guidano il popolo di Tortona accorso anche quest’anno secondo i canoni delle grandi occasioni.
Anche l’omelia è semplice e attuale. Parla di fede, di storia e d’impegno: impegno perché il dono che Marziano duemila anni fa ha portato a Tortona non vada disperso, ma sia continuamente rinnovato. La nostra società ha bisogno di occhi nuovi e di mentalità nuova per giudicare e camminare secondo Dio.

Claudio Baldi

 

Data: 06/03/2012



Archivio Notizie: SAN MARZIANO - Il cardinale Dionigi Tettamanzi a Tortona

Stampa
Stampa

Area Riservata

:
:

Calendario
«Settembre 2021»
LuMaMeGiVeSaDo
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Mese corrente


 


©2010 - Diocesi di Tortona

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! Powered by NetGuru Energized by LamorfaLAB