Diocesi di Tortona
Home
cerca:
Martedì, 18 Maggio 2021
Il Vescovo

Navigazione

 


Ultime Notizie


La DiocesiLa CuriaOrganismi PastoraliVicariati e Parrocchie

Lettera pastorale 2020

Materiale e sussidi covid

Preghiera Vocazioni

Notizie - Domenica scorsa la festa per il martire di Oliva Gessi
Domenica scorsa la festa per il martire di Oliva Gessi

San Luigi Versiglia è «dono prezioso»

TORTONA - In un bel pomeriggio di sole, domenica 28 febbraio, alle ore 16, la cattedrale ha ospitato l’annuale festa di san Luigi Versiglia, vescovo salesiano, martire, nato ad Oliva Gessi nel 1873 e ucciso in Cina nel 1930 insieme al giovane confratello san Callisto Caravario, entrambi canonizzati da san Giovanni Paolo II nel 2000.

Il vescovo ha presieduto la solenne concelebrazione alla quale hanno preso parte il direttore dell’Ufficio Missionario don Stefano Calissano, il parroco di Oliva Gessi don Luca Ghiacci, don Paolo Verri e il diacono Ernesto Stramesi.

I canti sono stati eseguiti dal coro polifonico “Santo Stefano” di Casella Ligure, diretto da Luca Dellacasa e il servizio dell’altare è stato curato dai ministranti della cattedrale guidati dal parroco don Claudio Baldi.

Erano presenti il sindaco di Tortona, Federico Chiodi, il presidente del Consiglio comunale Giovanni Ferrari Cuniolo, una delegazione di abitanti di Oliva con il sindaco e alcune Figlie di Maria Ausiliatrice, in rappresentanza della famiglia salesiana.

1/san versiglia1.jpg

La celebrazione è stata trasmessa in streaming sui canali social diocesani, permettendo così a numerosi fedeli, impossibilitati a partecipare a causa delle restrizioni anti Covid, di seguire la funzione, anche se a distanza.

Mons. Viola nell’omelia ha ricordato l’importanza del dono prezioso che il Signore ha dato alla Chiesa tortonese nella persona di san Luigi, la sua disponibilità all’ascolto della Parola e al conformarsi ad essa, sino ad offrire la vita per farsi simile al Signore.

Ricordando l’ultimo viaggio di san Luigi, ha detto: «Da pastore, da padre, il santo ha sentito di dover andare a visitare quella comunità di cristiani nonostante il pericolo, la guerra civile. E lì, lungo il fiume, il Signore lo attendeva per fargli conoscere la sua gloria, che si nasconde anche dentro la tenebra fitta della violenza e dell’odio.

In quel luogo il santo vive la sua consegna, che lo rende più simile a Cristo il quale ha offerto la sua vita per noi, in un amore che sorprende addirittura i suoi carnefici.

Ti accorgi che in questo fatto i vinti sono proprio i violenti, sconfitti da un amore più grande, da una sapienza nuova e che dentro l’orrore di un’uccisione a sangue freddo di uomini innocenti, vi è la gloria di Dio, la trasfigurazione.

Da questo atteggiamento di ascolto obbediente c’è da imparare il desiderio di portare al mondo la luce del vangelo, unica parola che può trasformare il cuore dell’uomo, e la docilità, la forza e la bellezza di questo amore più forte della morte».

Andrea Defilippi

Data: 05/03/2021



Archivio Notizie: Domenica scorsa la festa per il martire di Oliva Gessi

Stampa
Stampa

Area Riservata

:
:

Calendario
«Aprile 2021»
LuMaMeGiVeSaDo
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Mese corrente


 


©2010 - Diocesi di Tortona

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! Powered by NetGuru Energized by LamorfaLAB